Fai tanta attività fisica ma la cellulite non ti lascia??

Fai tanta attività fisica ma la cellulite non ti lascia??

Lo sai che per la cellulite ci sono esercizi fitness da evitare??

L’attività fisica è fondamentale, ma non tutti gli esercizi sono adatti ed efficaci se si desidera combattere la cellulite, anzi alcuni allenamenti possono addirittura farla peggiorare.

Ogni stadio (tipo) di cellulite deve essere trattato in maniera diversa sia in cabina che in palestra.

PRIMO STADIO: più che cellulite si ha una ritenzione idrica  con un leggero effetto visivo a buccia d’arancia.

EVITARE di sottoporsi ad allenamenti eccessivi, perché aumentano l’infiammazione dei tessuti, aumentano gli scarti metabolici e aumenta la produzione di cortisolo che raggiungendo livelli elevati, nuoce all’organismo e al metabolismo.

SECONDO STADIO: troviamo una situazione edematosa (gonfia) con interessamento del microcircolo, zone fredde e dure al tatto. In questa fase il problema principale è l’edema, che solitamente è causato da vere e proprie “strozzature” degli strati sottocutanei.

EVITARE di aumentare eccessivamente la massa muscolare perché spingerebbe i tessuti gonfi di acqua sotto la cute, creando l’effetto così detto a “materasso”.  È necessario quindi, far lavorare i muscoli con esercizi dal potere tonificante con forte azione circolatoria, senza creare traumi o acido lattico.

TERZO STADIO: È il livello peggiore, si presenta con tessuto duro, infiammato e dolente e sicuramente l’ultima cosa che serve a questo stato, è aggiungere altra infiammazione o tossine.

 EVITARE esercizi che aumentano l’acido lattico, il dolore post allenamento si deve percepire il meno possibile.

Il corretto approccio è pianificare un percorso che abbia come obiettivo quello di portare i vari stadi di cellulite a quello precedente, per poi lavorare con i mezzi più idonei per quello stadio. Quindi un livello di terzo stadio, andrà portato prima al secondo e poi al primo, variando l’alimentazione, l’allenamento e trattamenti ad ogni step.